MOBILITĀTE UN TRANSPORTS
Eiropas Ceļu satiksmes drošības harta
Laba prakse

DAL CODICE DELLA STRADA...AD UN CODICE DI VITA

  1. Latviešu
  2. Italiano

DAL CODICE DELLA STRADA...AD UN CODICE DI VITA

Il macroprogetto contiene tre tipologie di interventi, correlati fra loro, così denominati:
1. “Imbocca la strada dell’italiano” Piattaforma on line per studenti stranieri...e non solo!
2. “Diario scolastico come strumento educativo"
3. “Triathlon per la sicurezza stradale”

“Diario scolastico come strumento educativo”
Ha funzione didattica, veicola insegnamento dell’educazione stradale e rispetto delle regole. Acquistato dai genitori diviene fonte di autofinanziamento del progetto.
Azioni
1. concorso “Idee Disegno” da inserire nel Diario.
2. I selezionati sono inseriti nel diario, simbolo del lavoro realizzato in modo integrato fra classi.
3. Avvio di laboratori di educazione stradale condotti da esperti per rafforzare i contenuti precedenti.
Connessione con progetto “IMBOCCA LA STRADA DELL’ITALIANO”: immagini create dagli alunni inserite nel software didattico.

Progetto “Triathlon per la sicurezza stradale”
Gara di abilità, velocità, precisione e conoscenza delle regole della strada.
Idea portante: coniugare gara di velocità/resistenza coll'uso di veicolo (bicicletta o triciclo/monopattino), oppure corsa a piedi, e riuscire a destreggiarsi nelle norme/“trappole” della circolazione.
E’ prova a tempo (regolarità), un percorso con “distrazioni” (spostamenti e chiusure di una strada o test di riconoscimento dei segnali).
All'interno sono inseriti quesiti relativi al soccorso stradale abbinati alle manovre corrette da svolgere.
Ad ogni item si ricevono bonus o handicap commisurati al n° di risposte errate o errori commessi.
La componente fatica fisica incide nel momento di prendere decisioni e nel tentativo di mantenere la precisione in attività di destrezza, quali slalom oppure lancio a canestro basso, sempre nel rispetto del tempo concesso.
Nuclei fondanti: velocità ma, soprattutto, precisione e metodo.
Il gioco assume ulteriore valenza se praticato a squadre, affinché i soggetti si sentano parte integrante di un gruppo: i punteggi del singolo andranno sommati a quelli dei membri del gruppo.

“Imbocca la strada dell’italiano” Piattaforma on line per studenti stranieri...e non solo!
Finalità
La presenza di studenti non in grado di esprimersi in una lingua veicolare ha spinto il gruppo di progetto a realizzare uno strumento agile ed intuitivo per:
fornire elementi della lingua ad alunni altrimenti destinati ad un periodo lungo e frustrante di isolamento o di scarsa capacità di comunicazione con i pari;
facilitare inclusione alunni che si aggiungano ad a. s. iniziato
far interagire la classe sulle principali regole del traffico e acquisire le principali nozioni sulle norme della circolazione stradale in Italia;
implementare le conoscenze digitali.
STRUMENTI:
Piattaforma free per software interattivo, utilizzabile anche offline che consente semplice accesso a sezioni dedicate a segnaletica stradale, basilari comportamenti sulla strada, principali figure che si incontrano sulla strada, ambiente stradale
Contenuti stampabili
Due livelli di difficoltà (A1/A2)
Utile anche per alunni italiani per approcciarsi al Codice della Strada
Consente di ampliare il vocabolario linguistico italiano anche al di fuori dei termini tecnici.
Alla fine del corso lo studente riceve una “patente” con certificazione delle abilità conseguite.
Lavoro cooperativo su grafica del software, con idee, disegni/animazioni, realizzazione piattaforma come attività di Alternanza Scuola Lavoro da parte di alunni di Scuole della Rete
Nel software: esercizi a casa per memorizzare le norme, sezione di verifica

If you work together with external partners, list the most important partners and briefly describe their role. 
• Consulta Provinciale degli Studenti di Brescia diffusione fra gli studenti delle scuole della rete – attività di Peer Education • ACI Brescia Rivista Automobileclub Brescia: pagina per illustrare mensilmente le attività della rete - messa a disposizione di terreno per la realizzazione del parco stabile per la sicurezza stradale • Associazione delle Polizie Locali di Brescia personale negli Istituti della rete per la realizzazione dei progetti • Consigliera Pari Opportunità di Brescia sensibilizzazione attraverso campagne • AREU servizio 112 Brescia presenza di squadre di volontari negli eventi della rete • Associazione dei Comuni Bresciani Diffusione delle attività mediante rivista destinata a tutti gli Amministratori Comunali • Panathlon Brescia e Lions Distrettuale Cidneo Attivazione del Service “Casco Bene” nelle scuole della rete in connessione colle attività progettuali • Concessionaria “Nanni Nember” corsi di guida sicura gratuiti per alunni della rete scolastica neopatentati (raggiunti 1012 alunni in 7 anni di attività) • Associazione Motori a 360° Diffusione iniziative progettuali sul canale Youtube dedicato • Centro Guida Sicura Autodromo di Franciacorta realizzazione di eventi della Rete • Associazione Genitori dell’Istituto Capofila Attività di sensibilizzazione verso i genitori dell’Istituto e messa in rete con le Associazioni degli Istituti della Rete. • RagazziOnTheRoad accoglienza alunni della Rete in attività di Alternanza Scuola Lavoro e Stage • AIFOS (Associazione Italiana Formatori e Operatori Sicurezza) attività di supporto didattico e sostegno scientifico
What problem did you address/are you addressing? 
• La sempre maggiore presenza di studenti allofoni, spesso non in grado di esprimersi in una lingua veicolare comune, negli Istituti Scolastici bresciani. • Mancanza di conoscenze di base del comportamento sulla strada da parte di allievi provenienti anche da Paesi con regole molto diverse • Scarsa conoscenza del codice stradale anche con riferimento ai diritti dei disabili. • Approfondimento delle strategie di didattica laboratoriale (coding) • Implementazione delle conoscenze digitali • Sensibilizzazione del corpo docente in merito al problema della sicurezza stradale • Scarso utilizzo, sempre da parte del corpo docente, di strategie alternative quali la classe capovolta (gli stessi alunni stranieri illustreranno ai compagni la terminologia e le regole stradali del Paese di provenienza), il role playing (simulazione di ambiente stradale con situazioni sia di rispetto che di violazione delle regole e conseguenti sanzioni) • Necessità della creazione di un modello di riferimento provinciale condiviso che possa fungere da struttura base sulla quale inserire le “best practices” esistenti sul territorio, attraverso prodotti realizzati dagli studenti partecipanti alla iniziativa (spot, video, messaggi e altre forme aperte di comunicazione).
What are your objectives? 
• sviluppo della conoscenza, del rispetto delle leggi, di comportamenti corretti sulla strada, ispirati alla cultura della legalità;
• acquisizione della consapevolezza del rapporto tra stili di vita e di guida;
• potenziamento di autonoma capacità di giudizio e responsabilità personale e sociale;
• utilizzare metodologie didattiche attive, anche attraverso la sperimentazione in prima persona e il collegamento tra quanto discusso in classe e quanto vissuto nella propria esperienza;
• attivare forme idonee di collaborazione con soggetti diversi (famiglie, istituzioni locali, agenzie culturali ed educative);
• ottenere una conoscenza approfondita, sistematica, scientifica, ma carica di coinvolgimento emotivo, “vissuta”, della realtà sotto esame
OBIETTIVO IMMEDIATO: dare vita ad un’attività integrata che promuova tutte le azioni necessarie a diffondere nei giovani, sin dai primi anni, una CULTURA DELL’EDUCAZIONE STRADALE OBIETTIVO FINALE: MODIFICARE I COMPORTAMENTI SULLA STRADA
Describe the characteristics of your target audience 
Il progetto è finalizzato ad inserire stabilmente il segmento nei processi formativi delle scuole aderenti, come momento fondamentale dell’educazione alla CITTADINANZA E COSTITUZIONE.
How many people did you reach/have you reached? 
List the actions you carried/are carrying out 
Date 
Otrdiena, 25 Aprīlis, 2017
Name of action 

Selezionato da ETSC, è stato illustrato il 25 October 2017 nel corso dell’ European Traffic Education Seminar in Mechelen, Belgium
E' stato illustrato nel corso del CONVEGNO INTERNAZIONALE “LE STRADE DELLA SICUREZZA” Sicurezza stradale patrimonio di tutti, tenutosi a Brescia il 4 ottobre 2018, organizzato dalla Rete Scolastica "Le Quattro Esse" in collaborazione con ERSC (vedi flyer allegato)
Il Comitato Promotore, istituito per la realizzazione della Giornata Regionale sulla Sicurezza e la Fraternità Stradale della regione Lombardia, ha conferito il 17 Novembre 2018 la targa speciale per la comunicazione alla Rete scolastica "Le Quattro Esse" (Sempre Sicuri Sulla Strada) per le attività che in questi anni ha realizzato nelle scuole del territorio lombardo ed in particolare in provincia di Brescia.

How did you disseminate/are you disseminating results or how did you promote/are you promoting your initiative? 
DISSEMINAZIONE DELL’INIZIATIVA  Le scuole partecipanti alla rete potranno, a propria volta, coinvolgere altri istituti  Qualora altri istituti, tanto della provincia di Brescia che di altre province, presentassero istanza di utilizzo del software, nessun onere sarà dovuto alla rete, che si impegna a fornire la chiave di attivazione dello stesso a chi ne faccia richiesta.
How did you evaluate/are you evaluating the success of your action? 
Il progetto, in pieno svolgimento, è stato sinora positivamente valutato, oltre che mediante i risultati degli strumenti più sotto riportati, anche dai riconoscimenti seguenti: Selezionato da ETSC, è stato illustrato il 25 October 2017 nel corso dell’ European Traffic Education Seminar in Mechelen, Belgium E' stato illustrato nel corso del CONVEGNO INTERNAZIONALE “LE STRADE DELLA SICUREZZA” Sicurezza stradale patrimonio di tutti, tenutosi a Brescia il 4 ottobre 2018, organizzato dalla Rete Scolastica "Le Quattro Esse" in collaborazione con ERSC (vedi flyer allegato) Il Comitato Promotore, istituito per la realizzazione della Giornata Regionale sulla Sicurezza e la Fraternità Stradale della regione Lombardia, ha conferito la targa speciale per la comunicazione alla Rete scolastica "Le Quattro Esse" (Sempre Sicuri Sulla Strada) per le attività che in questi anni ha realizzato nelle scuole del territorio lombardo ed in particolare in provincia di Brescia.
Who carried/carries out the evaluation activities? 
External evaluation
Internal evaluation
Name of the external evaluator 
Dott.ssa Alessia Nastri Psicologa del traffico
When did/will you carry out the evaluation? 
Before, after and continuous monitoring
How many groups did you evaluate/have you evaluated? 
Number of interventions groups 
3
Number of control groups 
3
Please list the indicators you use to measure success 
 Le ipotesi di ricerca hanno guidato l’intervento nella giusta direzione? Le ipotesi di intervento erano sensate?
 Strumenti e protocolli erano adeguati?
 La formazione degli operatori era adeguata?
 Quali problemi abbiamo incontrato nell’applicazione dell’intervento? Quali sono state le forze frenanti e le forze facilitanti? Quali sono stati gli effetti voluti e quelli non voluti?
 Quali obiettivi sono stati raggiunti? Quali no? Perché?
 I dati di monitoraggio sono stati esaurienti? Cosa abbiamo imparato dal monitoraggio?
 Cosa abbiamo imparato dall’intero processo? Cosa ha “funzionato”? Cosa non ha “funzionato”? Perché?
 Sono emerse contraddizioni, quali?
Please describe the evaluation tools you use (i.e. surveys, interviews, focus groups, etc.) 
Valutazione di medio termine: Incontro collegiale di informazione/formazione - per docenti ed alunni referenti peer education, monitoraggio delle attività poste in essere.
Questionario finale
Incontro collegiale di informazione/formazione per docenti ed alunni referenti peer education
Evento conclusivo con la partecipazione degli stakeholder